Blog

Se siete disposti a spendere qualche euro,per apparire al meglio senza spendere cifre da capogiro ed aggiugere capi unici al vostro guardaroba di viaggio,eccovi i miei preferiti mercati delle pulci“flea markets”europei di Martina Carolo per Luxury&Tourism

 

Vi sono un po’ mancata?

Se siete disposti a spendere qualche euro, per apparire al meglio senza spendere cifre da capogiro ed aggiugere capi unici al vostro guardaroba di viaggio, eccovi i miei preferiti mercati delle pulci “flea markets” europei:

Oviedo, Spain-El Fontan

 

 Questo bellissimo mercato all'aperto si trova nel centro storico di Oviedo, nella Spagna nordoccidentale, ed è

un perfetto mix di moda, cibo, fiori e musica tutto in uno. Qui potrete trovare vestiti a buon mercato e scarpe, così come falsi borse griffate e occhiali da sole. E 'meglio visitarlo presto prima che le folle di persone arrivano. Tenete a mente che i venditori non scendono i prezzi alla fine della giornata. Un po’ insolito per questi mercati, ma questo è significativo per la cultura spagnola, quindi è meglio provvedere quando si è ancora belli freschi.

Leggi tutto

Voglia di festa? Una festa totalmente arancione? di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com

 

 

 
Felice che sia sabato e soprattutto felice  di dirvi di prendere in mano un calendario e ricordarvi che il 25 aprile  ci sarà un ponte ghiottissimo.
Voglia di festa? Una festa totalmente arancione?  Prenotate subito il vostro biglietto per Amsterdam, vi aspetta la  Festa della Regina, quest’anno del Re. Il 30 aprile di ogni anno dal 1948 si festeggia questa festa,  con questo nome perché era il compleanno della Regina Giuliana.
Quest’anno diventerà  per la prima volta la Festa del Re e sarà il 27 aprile compleanno del Re Guglielmo Alessandro.
Passo ora a raccontarvi la cosa divertente che caratterizza questa festa.
In maniera molto rispettosa e non eccessiva il popolo olandese si trasforma indossando parrucche, magliette, scarpe rigorosamente di colore arancione. Se dimenticate a casa il vostro gadget arancione, non preoccupatevi poiché potrete rimediarlo nelle migliaia di bancarelle.
Tutta le gente canta, balla e come il nostro carnevale, solo che i loro carri, sono le barche addobbate nei canali. Un insieme di energia, sorrisi e follia pura.
Il quartiere di Jordaan si riempie su ogni ponte e stradina di mercatini improvvisati, stupendo a prescindere dalla festa, da girare in bicicletta.
Che dire…Amsterdam è geometrica, con le sue strade e i suoi canali disposti come un disegno


 

 

 
E’ romantica, con le sue case con le finestre senza tende affacciate sui canai.
E’ colorata, con i suoi fiori di ogni profumo che  ne decorano ogni angolo.
E parlando di moda, potrebbe essere uno spunto, per il vostro guardaroba estivo, aggiungere una nota di arancio che quest’anno alle sfilate  è stato presentato  più chiaro e meno fluo. Un arancione più vellutato. Eccovi allora alcuni orange outfit delle stars. Non mi resta che augurarvi buon weekend con un bacio naturalmente “orange”.
 

 

Non avete idee per Pasqua? Ecco qua il mio spunto alternativo per quest'anno -di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com

 


Buongiorno amici,
manca meno di un mese a Pasqua e scommetto che già tanti di voi sono alle prese in internet alla ricerca del weekend perfetto per decidere dove passarla.
Ok, se fosse così, significa che non facciamo parte di quel gruppo di fortunati che possiede una casa in giro per il mondo www.Luxury&Tourism.com

Io però oggi consiglio a chiunque di prendere e partire per Siviglia. La città che ti accoglie con il sole, le palme e gli alberi ricchi di arance. Flamenco, azulejos e corrida, gli altri simboli. Ma durante la Semana Santa, non c’è luogo come questo dove ho visto e respirato una religiosità così vera e autentica. E’ una grande e unica festa che si svolge per le strade con l’odore dell’incenso che si mescola a quello della birra e dove le immaginette sacre diventano l’involucro di dolci caramelle.
Una grande emozione vedere sfilare, la statua della Virgen, tra le lacrime e le urla di gioia della gente. Farsi coinvolgere da un silenzio surreale quando invece a sfilare è il paso della Passione di Cristo. Un brivido potrebbe percorrervi la schiena intravedendo i nazarenos, con i loro cappucci colorati, che camminano a piedi nudi, in questo immenso tappeto fiorito.
Croce e delizia.
La delizia inoltre arriva quando trascorri un’ora e mezza nei banos arabes, tra idromassaggi, hammam e nettari d’ambrosia fuori dal tempo. Nelle strade di questa ex capitale moresca è facile incontrare ballerine di flamenco, artisti di strada gitani e cowboys andalusi.
Quest’anno sul calendario la Semana Santa sarà dal 13 al 20 aprile.
I volants e i pois sono gli elementi che più identificano la moda flamenca, ma è vero che è impossibile indossarli nella vita di tutti i giorni quindi sono gli accessori quasi sempre vistosi, enormi e barocchi dal fascino gitano ad averla vinta soprattutto da portare sia sui vestiti eleganti che sui classici jeans e camicetta.
Io adoro quelli di Artepeinas, enormi ma incredibilmente leggeri, creati con una tecnica ispirata al laccato giapponese, che ripropongono angoli di Siviglia e figure tratte da quadri celebri.

 

Frida Kahlo è una delle mie artiste preferite, anche se aveva un po' di "baffetto".... di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com

 

 

 
 
Immaginatevi una casa Luxury & Tourism dove trascorrere il tempo a guardare la danza del sole al largo delle acque cristalline del Golfo del Messico. Immaginatevi serate passate in soggezione nei colori del cielo al tramonto. Immaginate di andare a dormire addormentandovi al suono delle dolci onde che lambiscono la riva. Immaginatevi con me oggi i colori del Messico.
 
 
«Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev’essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io»
 
 
Ieri ha aperto a mio avviso la mostra, probabilmente la più in dell'anno, Frida Khalo, alle Scuderie del Quirinale di Roma. Sarà in esposizione dal 20 marzo al 31 agosto, ma a settembre farà tappa anche a Venezia a Palazzo Ducale.
E' la prima personale italiana dell'artista messicana (1907-1954), che sarà un'ottima occasione per un vero e proprio ripasso di storia del Novecento, percorrendo la storia di questa donna pasionaria e ribelle simbolo dell'arte al femminile, simbolo dell’Avanguardia artistica e dell’esuberanza della cultura del Messico del Novecento. Una raccolta esaustiva di tutti i suoi capolavori, così densi del suo vissuto personale, il più delle volte drammatico e delle trasformazioni storiche e sociali da lei attraversate durante la sua breve ma intensa vita
La mostra sarà sponsorizzata da Etro e BioNike e comprenderà una selezione di circa 130 opere tra dipinti e autoritratti, compreso l'Autoritratto con collana di spine del 1940 realizzato dal suo amante Muray, mai esposto in Italia.
Non vedo l'ora di vederla e voi????
Allora eccovi alcune info che ho preso direttamente dal sito delle Scuderie del Quirinale.
Gli orari di apertura al pubblico sono i seguenti: dal 20 marzo al 13 luglio 2014, dalla domenica al giovedì dalle ore 10.00 alle 20.00 e il venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle 22.30. Dal 14 luglio al 31 agosto 2014, invece, la mostra sarà aperta dalla domenica al giovedì dalle 16.00 alle  23.00, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 24.00. Considerate però due aspetti importanti: 1) che l’ingresso è consentito fino ad un’ora prima dell’orario di chiusura e 2) che le prenotazioni sono già numerose, quindi vi conviene telefonare prima e/o acquistare i biglietti on line, in modo da evitare spaventose file (chi è stato alla mostra di Caravaggio qualche anno fa ne sa qualcosa).
Il costo del biglietto è di € 12.00, ridotto € 9.50




Le sue citazioni più famose

Non sono malata. Sono rotta. Ma sono felice, fintanto che potrò dipingere.

Dipingo per me stessa perché trascorro molto tempo da sola e perché sono il soggetto che conosco meglio.

Bellezza e bruttezza sono un miraggio perché gli altri finiscono per vedere la nostra interiorità.

Pensavano che anch'io fossi una surrealista, ma non lo sono mai stata. Ho sempre dipinto la mia realtà, non i miei sogni.

Ho provato ad affogare i miei dolori, ma hanno imparato a nuotare.

Il dolore non è parte della vita, può diventare la vita stessa.

La vita insiste per essere mia amica e il destino mio nemico.


 

Frida Kahlo è una delle mie artiste preferite, anche se aveva un po' di "baffetto",  per quanto riguarda il suo stile, i colori dei suoi abiti e la particolarità dei suoi accessori. Se l'amate anche voi in modo appassionato eccovi alcune idee moda che vi faranno venire la voglia di ammirare le sue opere.
 
 
 
 





Martina Carolo

martysparty.it

 

Oggi vi porto a spasso nella città più glamour e cool d'Europa: Londra! - di Martina Carolo per LuxuryandTourism

 





Anche questa settimana finalmente è arrivato il weekend. Come mi piacerebbe avere un appartamento Luxury &Tourism Ltd  a Londra e volarci ogni weekend.
Io l’ho sempre considerata la capitale paradiso per gli amanti della moda per il suo stile all’avanguardia.
Londra è giovane, ribelle, estrosa e stravagante.
Provate a seguire questa “slim guide” per trascorrere una perfetta giornata all’ultima moda.

MATTINO
Per gli appassionati di moda d’obbligo iniziare la giornata con un stop alla fermata della metropolitana di London Bridge. 20 minuti a piedi… attenzione tacchi bassi suggeriti visto che alcuni tratti del percorso è lastricato con ciottoli.
Prima visita al Victoria & Albert Museum, con un archivio ricchissimo di incantevoli abiti di varie epoche anche se con maggiore attenzione agli stilisti d’avanguardia come Charles Worth e Jean Paul Gaultier. Il museo è ricchissimo anche di pezzi da collezione come gioielli, guanti, borse.
L’alternativa come seconda visita, controllando prima il programma delle visite in corso è l’eccentrica Bermondsey, dove si trovano il Design Museum e il Fashion Art Textile Museum.

PRANZO
Abbinate il cibo alla moda in New Bond Street approfittando di un coffee al negozio di abbigliamento firmato, Dover Street Market. Sei piani di meravigliosi marchi.

POMERIGGIO
Non trascurando le vie più famose della città, è giunto il momento di prendere la metro da Bond Street fino a Shepherd’s Bush e dedicarvi allo shopping più sfrenato nei 40 negozi di marchi lussuosi sotto un unico tetto, del centro commerciale Westfield London.
Un’ottima tappa per ricaricare le pile e rifocillarvi visti i vari punti ristoro offerti.

SERA
La frenesia degli acquisti vi ha fatto venire appetito? Per una cena elegante gli appassionati di moda scelgono in assoluto il quinto piano di Harvey Nichols.
Se non avete problemi di budget, la scelta più giusta è cenare da China Tang presso il Dorchester. Ospiti habituès Kate Moss e Sir Philipp Green.
Ma ora la top list dei tre stilisti più famosi inglesi.
Top list per Vivienne Westwood, la rossa regina del punk glamour, che regala sfilate con elementi tartan, male-up rocker, capigliature scultura, minidress di strati sovrapposti.
Paul Smith, l’english gentlemen per antonomasia, sir dal 2000. Le sue collezioni sono celebri per le camicie e le scarpe flat boyfriend alternate a elementi femminili “classic with a twist” come le definisce lui. 

Stella McCartney figlia del baronetto Paul, a 13 anni con il suo talento naturale, decide che la moda è la sua strada e dopo aver lavorato per Chloè lancia il suo brand personale che conquista subito le celebrities. Chi non conosce l'icon bag Falabella? Inoltre un'attenzione particolare è per  la natura e la sostenibilità. Stella infatti è vegetariana e non utilizza pelle o pelliccia vera nei suoi capi. Brava e buona dunque.
 



Have an happy weekend!
"God Save the Queen"
 
 

marty's party

 

“So’ belli i trenini delle feste, so’ belli perchè non vanno da nessunaparte!” -La Grande bellezza - di Martina Carolo perwww.luxuryandtourism.com

 

 
Ci voleva un Oscar, un film per far riscoprire al mondo, con occhi diversi, la città eterna più amata ma anche più sconosciuta.
La grande bellezza, è stato un invito a scrivere il post di oggi. Certo, in questo caso non parlerò di moda, ma il film attualmente fa’ molta tendenza e tutti abbiamo potuto ammirare lo stile e l'eleganza dei protagonisti. Gli abiti dell’attore Toni Servillo, sono stati realizzati, da un’azienda emblema della tradizione sartoriale napoletana, Cesare Attolini.
Qualche dritta allora per farvi scoprire i palazzi e giardini quasi sempre chiusi al mondo, le osterie autentiche, i tesori sotterranei e i vicoli nascosti della Capitale.
I personaggi surreali del film si incrociano dietro l’allegro Campo de’ Fiori alla Galleria Spada, aperta solamente la prima domenica del mese per poter ammirare la Galleria Prospettica del Borromini. Appena usciti, suggerisco un’ottima colazione a base di un millefoglie espresso farcito al momento con varie creme, alla pasticceria De Bellis.
Riconoscibile nel film anche Palazzo Altemps, sede del Museo Nazionale Romano, dove tra le splendide logge e gallerie si può ammirare il bassorilievo delle Dodici Fatiche di Ercole o la statua del Galata Suicida. Dall’arte allo spuntino da veri romani, mangiando alla Trattoria kitch, Lo Zozzone, un nome un programma.
Obbligatorio nel pomeriggio sorseggiare un tè con gauffre fatti in casa al Vivi Bistrot Palazzo Braschi, affacciato su Piazza Navona. Attraversata Piazza Venezia, suggerisco di raggiungere Vicolo del Piombo, dove in un’ala del palazzo di famiglia, Lucia Odescalchi, disegna e vende gioielli eccentrici come le collane realizzate con il materiale dei catarifrangenti.
Per una cena verace tipica romana, nascosta dietro Piazza del Popolo, suggerisco l’Hostaria da Pietro. Poi per finire la perfetta giornata in stile Jep, obbligatorio finire in un club nel centro storico come Fidelio.
Tutto è possibile a Roma. Con 2000 Euro è possibile prenotare da 1 a 10 persone, una visita esclusiva dopo la chiusura, alla Cappella Sistina. Tranne i mercoledì e i festivi invece potete visitare tra statue, fontane e piante rare i Giardini del Vaticano dove hanno passeggiato e pregato tutti i Papi. Se invece vi troverete vicino al Campidoglio, attraverso Via delle Tre Pile raggiungete la Terrazza Caffarelli dei Musei Capitolini per un caffè o aperitivo con una vista a dir poco straordinaria.
Altro sfizio, se vi presentate per tempo alla domenica mattina, potete visitare con 5 Euro il Quirinale, per godere degli arredi, architetture e concerto nella Cappella Paolina. Sulla collinetta Monte Giordano, dentro il Palazzo Taverna, dalle finestre avrete visioni inedite di Castel Sant’Angelo e del suo lunogotevere dove Jep passeggiava.
E ora direzione Fontanone, la Fontana dell’Acqua Paola, dove si apre La grande bellezza. Un bel gioco da fare nelle belle giornate è quello di riconoscere le cupole delle varie basiliche. Non vi basta tutto questo? Un’altra chicca per voi lettori…dietro Via Veneto cercate il Casino Boncompagni Ludovisi e ammirate l’unico Caravaggio su muro.
Alla fine sapete cosa sarebbe una Grande Bellezza? Avere una casa lussuosa www.Luxury&Tourism.comin questa città e rimanere sconosciuti a tutti.
 
 

 




 

Oggi qualche dritta fuori dai soliti itinerari per godersi al meglio la città più magica del mondo: New York - di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com

 

 

La mia tentazione di oggi è New York. Il mio sogno è aprire la finestra di casa, magari una di quelle case meravigliose di Luxury & Tourism e davanti a questa città urlare “Good morning world!”.
Penso proprio che la Big Apple, la città che non dorme mai (proprio come me), potrebbe essere la città che più mi rispecchia.  Eclettica, aperta e curiosa al nuovo, che non dimentica il passato e le sue origini. L’ombelico del mondo dal colore grigio come i suoi grattacieli che toccano il cielo, rosso come la ciliegina del famoso drink Cosmopolitan e nero come il colore dei divani in pelle dei locali della nightlife e verde come gli la più grande oasi urbana del mondo, Central Park. Ogni volta che qualcuno mi chiede consiglio su cosa portare a New York, vista la mia esperienza di ben 8 viaggi, dico sempre una mega valigia con dentro uno spazzolino e dentifricio, un paio di slip e reggiseno (il resto lo si compra da Victoria’s Secret) e una carta di credito.
Sì solo questo perché fare shopping a New York è un vero piacere e soprattutto in periodo di saldi il piacere e la convenienza raddoppiano  e qua…anche un semplice charm comprato da Tiffany, vi farà sentire subito Audrey Hepburn.
Oggi, invece di parlarvi di moda, vi regalo alcune idee carine e divertenti, diciamo “fighettine”, non banali, da fare a New York se avete poco tempo a disposizione, magari su tacco 12 Jimmy Choo ;-), come userei io fare in versione www.martysparty.it.

·         Soffermarsi tra la Lexington Av. e la 52sima strada, dove si trova il famoso sfiato della metropolitana che alza la gonna a Marilyn.
·         Salire al Rockfeller Center e scattare la foto alla star dello skyline newyorkese, l’Empire State Building.
·         Non mancare ad una serata a ritmo di jazz al Village Vanguard, il più leggendario dei jazz club
·         Visitare il giardino giapponese più bello della città a Brooklyn
·   Assolutamente  non mancare di visitare il negozio dei super eroi Brooklyn Superhero Supply e comprare formule magiche per ottenere l’ultravelocità, l’invisibilità,…


·           Non si può lasciare New York senza aver assaggiato gli hot dog di Nathan a Coney Island

·        
 

-    Senza bisogno di comprare nulla, fare un tour nelle gallerie d’arte tra la Decima e l’Undicesima strada a Chelsea
·          Comprare vestiti al miglior prezzo nel paradiso outlet di Woodbury Common
·   Tra il 28 e 30 maggio e tra l’11 e il 13 giugno per chi fosse là, godersi il tramonto speciale “Manhattanhenge”, che si annida tra i grattacieli solo in questi 4 giorni
·         Camminare attraverso Central Park, il posto più romantico per scambiarsi una dichiarazione d’amore
Non mi resta che promettervi un prossimo appuntamento di nuove “dritte” in questa città da film che mi fa sempre sognare.
I newyorkesi camminano più in fretta, parlano più in fretta, pensano più in fretta.
Non è necessario esserci nati per essere newyorkesi,
ma dopo sei mesi tu camminerai
parlerai e penserai più in fretta.
E da quel momento anche tu potrai considerarti un newyorkese.

Edward I. Koch

Martina Carolo  
Marty's Party 

 

"Marrakech rievoca tramonti nel deserto, profumi di spezie e colori dei souk. Ma c'è spazio anche per l'alta moda" di Martina Carolo per www.luxuryandtourism.com

 

Buongiorno,
mi aspettavate? L’idea della meta di oggi nasce mentre sorseggio un thè alla menta, caldo ma con un potere rinfrescante.
Siamo a Marrakech, una di quelle città che va esplorata senza fretta, senza correre da un museo all’altro, ma aspettando la magia del tramonto nella medina.
Quando parlo dei miei viaggi, mi piace raccontare emozioni, suggestioni e questa città vi assicuro che ne ha da vendere, ma alla fine di tutti i miei “bla bla bla”, come riuscirò a parlarvi di moda a Marrakech?
Sorpresa! Questo mio post è dedicato proprio al lato più chic della città. Ho scoperto quasi inaspettatamente che la moda qua non passa inosservata e ci sono parecchi stilisti emergenti come Zuhait Murad, che ha collaborato anche con il brand europeo Mango.
E che dire di Noureddine Amir che unendo la lana e il lino a stampe fatte a mano rende i suoi capi ultra chic? Marrakech da sempre è stata una fonte di ispirazione per stilisti come Yves Saint Laurent che negli anni 70 andò proprio ad abitare nella medina, rubando i colori delle spezie, trasformando il classico caftano da capo hippy ad un capo di altissima moda.
Anche Tom Ford per Gucci a fine anni 90 ha ripreso il look dei souk con le djellaba di pizzo nero, velluto stampato e chiffon.
 
 
 
 
 
 
Moda e Marocco = caftano
 
 
 
 
 
 
 
Questo capo intramontabile che permette a tutti gli stilisti di dare libero sfogo alla fantasia e all’originalità grazie all’ampia gamma di materiali da utilizzare, come i ricami più sfarzosi che richiamano al passato ma ugualmente intramontabili. Nel passato era indossato sia da uomini che donne ma ora è considerato un indumento tipicamente femminile e il suo debutto oltreoceano lo si deve alla giornalista di moda francese Diana Vreeland, che durante un viaggio in Marocco se ne innamora.
Lo si può indossare con le infradito per renderlo un po’ bohemien o con dei preziosi sandali gioiello a tacco alto per renderlo sensuale. Bracciali etnici, bangles e monili fanno il resto arricchendolo nel suo allure.
Pensate che esiste anche un evento annuale che si chiama “Caftanshow” di alta moda marocchina che grazie ai colori e all’atmosfera da Mille e una notte, questo evento porta con se emozioni diverse dalle fashion week a cui siamo abituati.
Oltre alle foto che vi allego, posso solo aggiungere che questa città che apre l’anima, è facimente raggiungibile da Milano in 3h30 con compagnie low cost, quindi meta ideale per sorseggiare un thè anche a casa vostra. La vostra casa dei sogni che potete acquistare visitando il sito www.Luxury&Tourism.com
 
 

www.martysparty



 
 

 

Prendetevi tempo perchè oggi vi porto lontano, in Sud Africa, per parlare di moda profumi e colori -di Martina Carolo per www.Luxury&Tourism.com

 

 

 



 



“La cosa più vicina al sogno, nel mondo della veglia, è la notte in una grande città, dove tutti sono sconosciuti per tutti, o la notte in Africa.” La mia Africa - Karen Blixen
 
Quanta magia in questo libro!
 
Come primo appuntamento con voi, questa settimana vi porto in un posto lontano e molto particolare, la cui moda ci affascina per la bellezza esotica delle sue creazioni. Un viaggio per l’anima, direzione Sud Africa. La Rainbow Nation, mix di differenze culturali, tribali e linguistiche, dove vivono gruppi di origine etnica differente.
Dagli altopiani agli oceani, dal bush alla sabbia bianca, dai Big 5 alle balene. Il mondo è lì. La vostra casa dei sogni potrebbe essere proprio in questa terra che regala emozioni. Provate a pensare all’aria frizzante dei safari al sorgere del sole. Qualcosa di magico e indimenticabile, il famoso “mal d’Africa”…provare per credere!
La moda Sud Africana negli ultimi 15 anni ha fatto passi da gigante abbracciando lo stile africano unico e particolare con interessanti forme, colori brillanti e fantasie che ricordano la meravigliosa cultura di questo luogo.
E allora penso alle ultime collezioni Primavera –Estate 2014 dove sono rimasta incantata dalle creazioni della stilista Stella Jean, ex modella originaria di Haiti, che però nella sua collezione controcolonizzatrice, si ispira alla tradizione africana con tessuti realizzati a telaio a mano proprio dalle donne dei villaggi africani. I suoi capi hanno un allure nostalgico ma allo stesso tempo contemporaneo con un’ispirazione di un mosaico di culture come il wax and stripes,l’accostamento del tipico tessuto africano al mondo delle strisce.
Pronti ad emozionare i vostri occhi con questa collezione? It’s time for Africa!


                                                                                                           (Me & Stella) 






www.martysparty.it






Scopri le nostre offerte immobiliari su Luxury & Tourism

 

Felici di avere tra di noi Martina Carolo che ogni sabato curerà nel nostro Blog Immobili all'Estero una rubrica sulla Moda con particolare attenzione ai paesi dove Luxury & Tourism propone immobili in vendita

Buongiorno mondo!

Che ne pensate di iniziare a seguire in questo blog, ogni sabato una quarantenne veneta DOC
amante dei viaggi, della moda e del buon cibo? Mi chiamo Martina Carolo ma per gli amici e i miei followers sono Marty’s Party.
Mi definiscono una dittatrice del buon gusto con una spiccata e sconfinata ricerca per tutto ciò che è glam & cool ma che abbia una sua unicità, proprio come le abitazioni in vendita su Luxury & Tourism
Moda e viaggio, da sempre due entità legate. Chi crea la moda non solo viaggia in continuazione, ma viaggia nel tempo e con la fantasia attinge spunti da paesi e terre lontane. Pensate al colore delle spezie, al mantello di un beduino, all’abito di una donna esquimese o all’abbigliamento di una banda di ragazzi metropolitana.
Proverò a darvi consigli su come vestirsi ad ogni latitudine senza infrangere il bon ton del paese ospitante e assolutamente senza rinunciare al proprio personal touch. Vi farò conoscere le tendenze moda del luogo scelto dal fortunato cliente Luxury & Tourism ma anche ispirazioni preziose per i vostri outfit in viaggio.
Happy dreams e …ricordate le case sono fatte per viverci, non per essere guardate!
Stay fashion all over the world!
 

 

Luxury&Tourism Ltd

88 St. Wood Street - 10th floor,

EC2V 7RS, London UK

info@luxuryandtourism.co.uk

Mob. Ph. Italy +39 3484513200

Ph. +44.2035298672

Fax +44.2035291555